Come preparare in casa il fritto perfetto

Come preparare in casa il fritto perfetto consigli e tecniche per preparare una delle cotture più buone ma più difficili della cucina italiana, ci sono attenzioni importanti da avere come la temperatura, l’olio e la pentola giusti.

Ci vogliono tre cose: olio giusto, padella giusta e termometro da cucina ed il fritto è perfetto.

OLIO: l’olio migliore è quello di arachidi, ha un elevato punto di fumo, superiore ai 200° e un sapore molto leggero che non copre.

PADELLA: il materiale più adatto è il ferro, porta l’olio lentamente alla temperatura adatta e poi mantiene facilmente la temperatura. Uno dei problemi del fritto, sta nello sbalzo di temperatura che subisce l’olio quando si mette dentro l’alimento; il ferro proprio perché è un ottimo conduttore di calore e mantiene le temperature alte, non fa abbassare per molto la temperatura, così che non c’è la fase dello shock e l’alimento non assorbe olio.
La Padella in ferro richiede solo delle piccole attenzioni di manutenzione: non va lavata in lavastoviglie, ma a mano ed accuratamente asciugata. Anche se rimane leggermente unta, non è un problema, anzi quello strato scaldandosi, farà da protezione. Riponetela avvolta nella carta, così siete sicuri che rimarrà asciutta.

TERMOMETRO: la temperatura corretta per friggere varia dai 160° ai 180° dipende da ciò che si frigge e da quanto grandi sono gli alimenti. Vi consiglio un manuale che si chiama Friggere Bene, dove sono indicate, oltre alle temperature corrette, le varie pastelle e tempure.

Che direi io come preparare in casa il fritto perfetto ve l’ho spiegato, ora buon fritto a tutti!

Qualcuno dice che fritta è buona anche una ciabatta, io non sono d’accordo, il fritto buono è quello che non puzza e che si digerisce, senza rimanere svegli tutta la notte. Questo è il fritto perfetto.

scroll to top